Passa ai contenuti principali

Lunedì 29 ottobre 2018 alle ore 17.30 presentazione del volume "Il Teatro" di Roberto Russo, Guida Editore. Prefazione di TATO RUSSO

PAN Palazzo delle Arti Napoli  in Via dei Mille, 60 Napoli
Lunedì 29 ottobre 2018 alle ore 17.30 presentazione e reading per l’uscita del primo volume

Il Teatro di Roberto Russo pubblicato da Guida Editore con la prefazione di TATO RUSSO
Presentazione di GIUSEPPE GIORGIO
L’iniziativa rientra nella programmazione culturale dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli
Insieme all’Assessore del Comune di Napoli, Nino Daniele, all’autore Roberto Russo, l’editore Diego Guida, il professore di Discipline dello Spettacolo Università Federico II, Ettore Massarese. Durante l’incontro moderato dal giornalista Giuseppe Giorgio, alcuni rappresentativi attori della scena teatrale italiana interpreteranno dei momenti tratti dalle opere contenute nella nuova pubblicazione Riccardo Polizzy Carbonelli, Peppe Celentano, Gabriella Cerino, Gianni De Feo, Stefano Ariota Lorenzo Russo.
Napoli – Straordinaria festa di teatro per l’uscita del primo volume delle commedie di Roberto Russo pubblicato da Guida Editore con la prefazione di Tato Russo. Lunedì 29 ottobre 2018, alle ore 17.30 il libro “Il Teatro di Roberto Russo” sarà presentato al PAN Palazzo delle Arti Napoli con gli interventi, tra gli altri, dell’Assessore Nino Daniele, dello stesso autore, dell’editore Diego Guida, del critico teatrale Giuseppe Giorgio, del professore di Discipline dello Spettacolo all’ Università Federco II, Ettore Massarese e di una compagine di rappresentativi attori della scena teatrale italiana che interpreteranno alcuni momenti di teatro tratti dalla prima parte dei testi di Russo, tra cui: Riccardo Polizzy Carbonelli, Peppe Celentano, Gabriella Cerino, Gianni De Feo, Stefano Ariota, Lorenzo Russo.
“Autore e Drammaturgo, Roberto Russo, rappresenta uno di quei personaggi dediti alla scrittura teatrale più complessi e originali della nostra epoca. Con le sue opere basate su situazioni psicologiche divise tra il grottesco e il surreale ed ancora, tra il lirico e l’introspettivo, Russo, nel rappresentare l’alienazione umana, rimane il testimone di una visione limpidamente attonita del reale. Affrontando la storia così come le fasi più avanzate del progresso sul piano sociale e culturale, l’autore teatrale affronta disinvoltamente, superando spesso come nel teatro totale i limiti della parola scritta, temi riguardanti il mito, gli eventi storici, la collettività, l’utilizzo dei media, la violenza fisica e psicologica e la conflittualità all’interno della famiglia e delle mura domestiche. E ciò, grazie alla creazione di personaggi vittime di profonde angosce esistenziali, di labirinti mentali e di intime metamorfosi. Affondando la sua penna con un inconfondibile “usus scribendi” su quel senso di turbamento e disorientamento di fronte all’esistenza, imprime sempre ai suoi lavori un imperturbabile e imprescindibile contenuto filosofico. Così come dimostrato con circa cinquanta testi, tra commedie e monologhi, dai quali ad emergere sono sempre i tratti di un autore colto, Russo, evidenzia le devastanti conseguenze di profonde crisi psicologiche… Attento al linguaggio e al mutare dell’idioma napoletano nei secoli, Russo, manifesta con i suoi approfondimenti storici una particolare attenzione verso lo studio delle varie epoche storiche…Ricche di significati simbolici, ora protese verso il tragico, ora verso il comico, le commedie di Russo restano sempre in bilico tra la realtà e l’irrealtà in una dimensione pullulante di esseri disperatamente alla ricerca di un’evoluzione interiore…Portando in scena una ricerca sull’Io insieme ad un’elegante commistione tra antico e moderno, Russo, nel mentre traduce in avanguardia la cultura partenopea più antica, si avvicina nel contempo con la naturale e spontanea varietà dei suoi scritti ad un teatro moderno di chiaro stampo europeo… Varia e viscerale, travolgente e destabilizzante e sempre pronta ad affrontare la genesi della vita, l’opera teatrale offerta dal versatile autore, tra sogno e realtà, narrazione fantastica e vera poesia, si trasforma in un’accesa testimonianza sulla coscienza moderna”. ( dalla presentazione di Giuseppe Giorgio)
Prefazione di TATO RUSSO
Caro Roberto, mi chiedi di scrivere una prefazione al tuo libro di commedie. Me lo chiedi in nome della mia storia di uomo libero e indipendente estraneo alle svariate chiese o sette o peggio che spadroneggiano nel nostro fu belpaese anche e soprattutto nel campo della cultura e del teatro. Lo faccio con piacere dopo aver letto alcune delle tue commedie che dimostrano una libertà di pensiero e di espressione che molto ci avvicina. Ti dico che mi è piaciuta la tua “Visite fuori orario”, quando descrive la violenza celata dalle abitudini che anima il piccolo archivista di un ufficio tributario che vive rintanato nel duo ufficio e il cui mondo viene per caso o per destino messo alla prova da un’estranea che riesce a far esplodere tutta la rabbia dell’escluso. Mi è piaciuta anche la glaciale ironia di “Mortal Kabaret” che purtroppo non avrà mai spazio nei teatri italiani declinati ad espressioni conformistiche che poco riguardo hanno per le libertà di un autore. Mi ha divertito tantissimo “ Il Grande Cirillo” che con ironia e spregio ci mostra appunto i canoni entro cui si muove l’intelligenza teatrale e soprattutto la coerenza dei cittadini di questo paese. Mi fermo qui per dirti che mi fa piacere avere incontrato in te lo stile e i linguaggi di un vero drammaturgo e di non vederti classificabile in quel gruppo detto di nuova drammaturgia che ci propina da anni sempre la stessa parlata che non riesce mai a diventare lingua autentica e che è debitrice soltanto ai modelli d’una cultura che non ci appartiene e che di questa diventa povero ebete epigono. Spero che le tue commedie siano presto rappresentate come meritano.
INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Commenti

LEGGI PURE

Teresa Magliulo Fashion Designer e Modellista Industriale campana

di Maura Messina

Napoli – Teresa Magliulo, campana col sogno di diventare stilista di alta moda, determinata nel suo intento, dopo il diploma di perito tecnico commerciale, frequenta l’Euromode School di Caserta e si diploma come stilista di alta moda e in taglio e cucito. Successivamente all’Istituto Italiano della Moda, si laurea come Fashion Designer e Modellista Industriale. Vince la prima edizione del famoso talent per stilisti “Reality Fashion Show For Designer “ della ESM (Emanuele Sicignano Management) e si propone con successo nel suo stile prettamente made in Italy.
Cosa significa per te “fashion"? Per me fashion indica l’innovazione, il particolare, il dettaglio, il saper stupire; ma allo stesso tempo cerco di creare un mio fashion personalizzato che esprima un’emozione che resti impressa nelle menti oltre il tempo e lo spazio, come un qualcosa di eterno.
A che tipologia di donna è diretto il tuo lavoro? Mi rivolgo ad ogni tipologia di donna, non a caso confeziono su misura…

PARETE BIANCA VIII edizione, la kermesse dedicata all’arte

Prenderà il via giovedì 8 novembre alle 20:30 l’ottava edizione di Parete Bianca, la kermesse dedicata all’arte organizzata dall’associazione culturale Parole Alate presso il caffè letterario “Le scuderie di Villa Favorita” di Ercolano.
Sotto la direzione artistica di Giusi Solaro, si rinnova un appuntamento divenuto, negli anni, una vera e propria vetrina per gli artisti campani che avranno la possibilità anche quest’anno di esporre le proprie opere nelle sale del prestigioso caffè letterario e di diventare protagonisti, ogni giovedì, di una serata a loro dedicata.
Non cambia la formula con un poker di artisti che, per quattro giovedì, avranno la possibilità di mostrare il frutto del proprio lavoro e di farsi conoscere durante una serata a loro dedicata. L’anteprima di questa “chiacchierata con l’artista” sarà affidata, come nelle passate edizioni, alla squadra di “Fish eye”, il programma dell’emittente web Radio Stonata, che realizzerà uno speciale ogni lunedì alle 22:00.
Venendo all’e…

Gli eventi in esclusiva dell’Associazione Medea Art: Palazzo Salerno e visita guidata a Klimt Experience

Gli eventi in esclusiva dell’Associazione Medea Art:
Palazzo Salerno e visita guidata a Klimt Experience


Domenica 11 novembre alle 10.30, appuntamento al Caffè Gambrinus con l’Associazione Culturale Medea Art per scoprire un "mondo" sconosciuto ai più: Palazzo Salerno.
Quello che fu l'appartamento storico dell'Ammiraglio Acton, prima, e di Leopoldo di Borbone, dopo, si dischiude davanti agli occhi dei visitatori tra saloni, salette, canapè, dipinti di Salvator Rosa e altri provenienti dalla Reggia di Caserta, arredi del '700, sete di San Leucio e porcellane di Capodimonte. Medea Art accompagna i suoi soci nel meravigliosi e rigogliosi giardini di Palazzo Salerno, con fontane e sculture, contigui all'appartamento che evoca la memoria storica del settecento napoletano, "epoca d'oro". Ciliegina sulla torta, l’antichissima Chiesa in Santa Croce, inglobata nell'edificio dopo la demolizione dell'insula monastica.
La prenotazione è obbligatoria, en…

Luoghi d’arte e guest internazionali per i concerti di Autunno Musicale L’Orchestra da Camera di Caserta con Albrecht Menzel, Valentina Messa e Albert Urroz Maddaloni

Luoghi d’arte e guest internazionali per i concerti di Autunno Musicale
L’Orchestra da Camera di Caserta con Albrecht Menzel, Valentina Messa e Albert Urroz Maddaloni, Aversa, Caserta, Capua
2, 3 e 4 novembre 2018




Un fine settimana ricco di appuntamenti per la musica classica. Da venerdì 2 novembre la rassegna itinerante, giunta alla XXIV edizione, Autunno Musicale, ci condurrà nel cuore della sua mission e alla scoperta di nuovi e suggestivi luoghi che insieme ai musicisti dell’Orchestra da Camera di Caserta, diretta dal Maestro A. Cascio,saranno i veri protagonisti dei nuovi appuntamenti.
Primo appuntamento, venerdì 2 Novembre,alle ore 20.00, al Casino dei Duchi di Carafa, già Museo Archeologico di Calatia a Maddaloni, l'Orchestra da Camera di Caserta si esibirà in un concerto dedicato a Johannes Brahms. Special guest due virtuosi musicisti, già noti nel panorama internazionale, Albrecht Menzel al violino e Valentina Messa al pianoforte.


L’Orchestra da Camera di Caserta, composta d…

La TILE Entertainment vince con “Tu m’uccidi, o crudel!” di Giovanni Calvino il premio come miglior corto al Gran Galà del cinema e della fiction

Sul set Franco Iavarone, Gianni Ferreri, Patrizia Di Martino, 
Marianna Mercurio, Dalal Suleiman e Roberto Pappalardo


La rievocazione grottesca di un omicidio famoso: quello del duca d’Andria, Fabrizio Carafa, sorpreso assieme all’amante, la bellissima Maria D’Avalos, da suo marito Gesualdo da Venosa. Il celebre madrigalista, una delle personalità più importanti nella storia della musica di tutti i tempi, finse di partire per una battuta di caccia, appostandosi invece nei pressi dell’alcova, a Palazzo San Severo in piazza San Domenico Maggiore, forse colpendo di persona con furia gli amanti, forse mandando i suoi sicari a perpetrare il duplice delitto.  “Tu mi uccidi, o crudel”, questo il titolo del corto di Giovanni Calvino, che rievoca i fatti con un piglio del tutto personale e originale, si è aggiudicatoil premio come miglior corto al Gran Galà del cinema e della fiction, che si è svolto prima alla multisala Metropolitan di Napoli e, poi, nella suggestiva cornice del Castello medioev…

"Totò con i 4" il volume sull'artista napoletano scritto da Ciro Borrelli e Domenico Livigni sarà presentato il 19 dicembre 2018 alla Libreria Raffaello di Napoli

Apeiron Edizioni Serie Oro
presenta


alla Libreria Raffaello
in via Kerbaker 35 Napoli


Mercoledì 19 dicembre 2018 ore 18,00


il primo volume della Collana Cinema
della SERIE ORO Apeiron
ideata e diretta da Anita Curci


Totò con i quattro


di Ciro Borrelli e Domenico Livigni


Intervengono con gli autori


Giuseppina Scognamiglio, Lucio Allocca,
Giulio Adinolfi, Umberto Del Prete


Modera
Andrea Jelardi






“Totò con i quattro” di Ciro Borrelli e Domenico Livigni è il primo volume della collana dedicata al Cinema, e secondo (il precedente ha per titolo: “È accaduto a Twin Peaks” di Antonio Tedesco, per Kairòs Edizioni) della linea SERIE ORO ideata e diretta dalla giornalista Anita Curci, in collaborazione stavolta con la casa editrice Apeiron.
Con le introduzioni di Borrelli, Mauro Macario, Andrea Jelardi e Ennio Bìspuri, il libro, di pp. 284, euro 15, corredato di foto inedite appartenenti alla collezione privata di Livigni, ci racconta il personaggio Totò in un modo nuovo e avvincente.
Il volume sarà presentato m…

Autunno Musicale omaggia Rossini con il chitarrista Emanuele Segre al Museo Calatia di Maddaloni al Museo Archeologico di Teano Piano festival con Sae Yoon Chon al Museo Campano di Capua 19, 20, 21 ottobre 2018

Sarà il musicista Emanuele Segre, tra i più virtuosi chitarristi al mondo, Venerdì 19 Ottobre, alle ore 20.00, al Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni in un recital A – Solocon brani di Sylvius Leopold Weiss, Mauro Giuliani, Ottorino Respighi, Maurice Ravel e Isaac Albeniz, a dare inizio al terzo weekend dei concerti della XXIV rassegna di Autunno Musicale. Segre, che arriverà in Campania dopo un tour in Giappone per poi ripartire per gli USA, considerato dalla critica come il chitarrista dal tratto garbato e signorile, già nella metà degli anni Ottanta fu definito dal Washington Post ”a musician of immense promise”, dopo il suo debutto alla Carnegie Concert Hall. In occasione dell’Anno rossiniano, Autunno Musicale con Emanuele Segre riserveranno un omaggio a Gioacchino Rossini.
Segre, accompagnato dall’Ensemble dell’Orchestra da Camera di Caserta, ritornerà per un doppio appuntamento dedicato all’autore de Il barbiere di Siviglia, nel concerto Around Rossini che si terrà Sabato 20…

"PEPPINO DI CAPRI E I SUOI ROCKERS" in tutte le librerie il libro di Gianmarco Cilento, Graus Editore

PEPPINO DI CAPRI E I SUOI ROCKERS
di Gianmarco Cilento

È in tutte le librerie italiane il libro PEPPINO DI CAPRI E I SUOI ROCKERS di Gianmarco Cilento, recentemente pubblicato per i tipi Graus Editore, con la prefazione del compositore e cantautore Mimmo di Francia

Il volume, strutturato in sei capitoli di racconto, attraversa il periodo artistico di Peppino di Capri dagli inizi con il batterista Ettore “Bebè” Falconieri nel 1954 circa fino al 1968, anno dello scioglimento del complesso formatosi dieci anni prima, appunto, “Peppino di Capri e i suoi Rockers”, nome formale utilizzato nelle copertine dei dischi 45/33 giri e nei cartelloni per le esibizioni nei locali dal vivo, sia in Italia che all’estero.
Finora sul personaggio sono stati pubblicati due volumi di rilievo, quello di Geo Nocchetti, Peppino di Capri. Il sognatore, Edizioni Rai/Eri, Roma, nel 2004; l’altro di Vincenzo Faiella e Sergio Vellino dal titolo Peppino di Capri. Discografia illustrata, cinquant’anni dal 1958 al 2008, …

Gomorra, tre storie di malavita e di redenzione. Presentazione a Napoli del libro “Cuorineri” di Simona Pino d’Astore, il 6 maggio 2019 alla Libreria Raffaello

Gomorra, tre storie di malavita e di redenzione. Presentazione a Napoli del libro “Cuorineri” di Simona Pino d’Astore, il 6 maggio 2019 alla Libreria Raffaello


Nel romanzo-inchiesta Cuorineri, l’autrice Simona Pino d’Astore racconta che, se si nasce in un posto dove la battaglia quotidiana per sopravvivere è ormai sfociata in una guerra, non si è più bambini, non ci si può permettere di avere un’anima. Si è solo una vittima ignara di altre vittime, si è condannati, anche se ancora non lo si sa. Eppure, la via della redenzione può essere meno lontana di quanto si pensi.

Sullo sfondo di una Brindisi che rappresenta simbolicamente una qualunque area urbana del mondo, deturpata dal contrabbando, dallo spaccio e dalla corruzione, s’intrecciano le vicende di Franco Altavilla, Luigi Narcisi e Luigi Patisso.
Tre nomi reali, tre storie vere segnate da rapine, omicidi, reati penali scontati in carcere per conto di una criminalità organizzata che all’inizio sembrava l’unica strada da percorrere pe…

"Dopo Eduardo" Trenta anni di Nuova Drammaturgia a Napoli Antologia critica a cura di Luciana Libero

Primo volume della collana dedicata al Teatro, e secondo della linea SERIE ORO ideata e diretta dalla giornalista Anita Curci, in collaborazione con la casa editrice Apeiron e la Fondazione Eduardo De Filippo, DOPO EDUARDO – Trenta anni di Nuova Drammaturgia a Napoli, è un’antologia critica di teatro, curata da Luciana Libero. A trenta anni dal suo fortunato libro, divenuto un cult degli anni ’80, che segnò la nascita della nuova drammaturgia con i testi di Manlio Santanelli, Annibale Ruccello e Enzo Moscato, questosecondo volume raccoglie nuovi testi e una ricca rifles­sione della Libero sul teatro a Napoli dagli anni ’80 ad oggi. L’antologia riunisce sette titoli rappresentativi della produzione drammaturgica degli ultimi decenni, dalle opere che rivelarono Manlio Santanelli ed Enzo Moscato, come Uscita di emergenza e Scannasurice, a Saro e la Rosa diFrancesco Silvestri, Donne di potere di Fortunato Calvino, L’abito della sposa di Mario Gelardi, Favole del mare di Massimo Andrei, Ma…